Ultime novità

Nuova preparazione di lieviti inattivi: un modo innovativo per proteggere i vini dall’ossidazione durante lo stoccaggio

È possibile vedere la relazione completa del lavoro di Jean-Michel Salmon et al., INRA Pech-Rouge (Francia), che è stata presentata alla 9ª edizione di Enoforum (Vicenza, 5-7 maggio 2015)

 

Ricerca finalista del Premio Internazionale OENOPPIA 2015. Video

Si consiglia l’uso del browser Internet Explorer (per visualizzare il video accedi con le credenziali al sito InfoWine, la visione del video è gratuita)

 

Recentemente è stato dimostrato che le cellule di lievito non vitali delle fecce consumano ossigeno grazie ad un meccanismo di debole ossidazione delle membrane lipidiche (Salmon, 2006). Questo potenziale può essere sfruttato come protezione dei vini durante le fasi di conservazione e affinamento.
L’INRA in collaborazione con Lallemand ha testato diversi lieviti inattivi con lo scopo di individuare quelli in grado di mantenere un’alta capacità di consumo di ossigeno, nell’ottica di un’applicazione in vini suscettibili all’ossidazione.
Il risultato di queste sperimentazioni è PURE-LEES™LONGEVITY, uno specifico lievito inattivo sviluppato per fornire uno strumento naturale di protezione contro le ossidazioni durante lo stoccaggio e l’affinamento.

gif_longevity