Nuovi prodotti

catalog

GLUTASTAR: Il più potente tra gli antiossidanti naturali

GLUTASTAR™ è un nuovo LIEVITO INATTIVATO SPECIFICO A TENORE GARANTITO DI GLUTATIONE indicato per proteggere i vini bianchi e rosati dai fenomeni ossidativi durante la vinificazione.
Aggiunto su uva o mosto nelle primissime fasi del processo di vinificazione, prima della fermentazione (anche direttamente in pressa), GLUTASTAR™ conferisce al mosto un’efficiente protezione dall’imbrunimento della componente fenolica e dalla comparsa di aromi ossidativi, migliorando l’espressione aromatica e la freschezza, preservando tioli ed esteri.

L’aggiunta di GLUTASTAR™ non solo contribuisce ad incrementare l’intensità e la persistenza aromatica del vino grazie al rilascio di un elevato livello di peptidi stabilizzanti, ma è anche in grado di migliorare la percezione al palato e la struttura dei vini bianchi e rosati grazie al rilascio di polisaccaridi.
GLUTASTAR™ è il risultato di un progetto di ricerca, realizzato in collaborazione con l’Institut Universitaire de la Vigne et du Vin (IUVV) di Digione (Francia,) che ha validato l’efficienza del prodotto utilizzando un approccio metabolomico. La combinazione dello specifico ceppo di lievito utilizzato ed il processo produttivo ottimizzato per GLUTASTAR™ assicurano un elevato rilascio di glutatione ridotto e peptidi stabilizzanti che conferiscono
un’ottima attività antiossidante.

Scheda Tecnica

Laktia: Gestire la freschezza acidica mediante preinoculo con uno nuovo non‐Saccharomyces

LAKTIA™ è una Lachancea thermotolerans selezionata da Lallemand per le sue proprietà uniche nel produrre un significativo livello di acido lattico durante la fermentazione alcolica. Usata in inoculo sequenziale con Saccharomyces cerevisiae, LAKTIA™ è uno strumento naturale per riequilibrare l’acidità nei vini rossi provenienti da climi caldi.
La freschezza nell’aroma e nella percezione al palato si completano con una distinta complessità aromatica. LAKTIA™ permette di ottenere vini che possono essere usati anche per i tagli.

Scheda tecnica

Persy: nuovo lievito basso produttore di solfiti e composti solforati per vini rossi fruttati

Dalle conoscenze scientifiche dell’ R&D Lallemand nasce Lalvin Persy™: è un S. cerevisiae ottimizzato con la tecnica di selezione basata sui QTL che permette di ottenere ceppi con bassa produzione di SO2, H2S ed acetaldeide. Questo lievito, indicato per vini rossi che tendono particolarmente ad andare in riduzione durante la fermentazione alcolica, incrementa il carattere fruttato, la freschezza e la persistenza aromatica, esprimendo al meglio il  potenziale aromatico delle uve. Lalvin Persy™ ha dimostrato eccellenti performance fermentative, elevata tolleranza all’etanolo (16% v/v) e ottima compatibilità con la fermentazione malolattica. I vini fermentati con Lalvin Persy™ sono puliti ed equilibrati con sensazioni al palato positive e tannini morbidi, determinando un miglioramento globale della qualità del vino in bocca.

Scheda Tecnica

Enzimi LALLZYME® per esaltare il potenziale delle vostre uve e dei vostri vini

Tutte le schede dei prodotto LALLZYME® sono state aggiornate con nuovi dati di utilizzo ed indicazioni sempre più precise per consentire un utilizzo mirato degli enzimi Lallemand. Scopri la gamma completa

La gamma LALLZYME® è ampia e in grado di migliorare tutte le tappe enologiche: dalla macerazione prefermentativa alla pressa, la chiarifica statica, la flottazione, la macerazione delle uve nere, l’affinamento sulle fecce, la filtrazione e la liberazione di aromi.  Caratteristica che accomuna gli enzimi LALLZYME® è l’alta concentrazione delle attività chiave per l’applicazione proposta.

Per la prossima vendemmia sarà disponibile in gamma un nuovo prodotto: LALLZYME HP™. E’ una preparazione enzimatica innovativa e unica, in forma liquida, messa a punto per ottimizzare la fase di pressatura; il suo impiego porta ad un incremento significativo della qualità e della quantità del mosto in uscita dalla pressa e ad una maggiore efficacia del processo di pressatura delle uve e successiva flottazione o defecazione statica del mosto.

Scheda tecnica

Bactiless: un nuovo derivato della chitina per il controllo dei batteri lattici ed acetici

Bactiless è un nuovo biopolimero a base di chitosano di origine fungina estratto da Aspergillus niger che permette di ridurre efficacemente le popolazioni vitali di batteri lattici ed acetici.

Bactiless può agire in sinergia con la SO2 per una migliore gestione della fermentazione malolattica (FML) e per tenere sotto controllo la produzione di metaboliti indesiderati come acido acetico ed ammine biogene.

Rispetto ad un classico trattamento con lisozima, questo nuovo prodotto non è allergenico, non causa problemi di instabilità proteica ed è efficace anche contro i batteri acetici.

Le principali applicazioni in campo enologico sono riassumibili in:

Controllo dei batteri lattici. Bactiless può essere usato in modalità preventiva e curativa per ridurre la carica dei batteri lattici contaminanti (gen. Lactobacillus, Pediococcus) e dei batteri malolattici nel vino. E’ pertanto adatto a stabilizzare i vini dopo fermentazione malolattica o per evitare FML non desiderate nei vini bianchi e rosati. Nei vini rossi, Bactiless può essere usato per ritardare la fermentazione malolattica (in caso di microssigenazione o malolattica in barrique) o per stabilizzare il vino a FML avvenuta.

Miglior gestione del contenuto in solfiti. Nelle condizioni in cui sia necessario tenere sotto controllo i batteri lattici con moderati dosaggi di anidride solforosa (es.: vini con basso tenore in solfiti o vini base spumante) questo prodotto è un’interessante alternativa all’uso del lisozima soprattutto nei vini con pH alto.

 Controllo dei batteri acetici. Bactilees permette di tenere sotto controllo la crescita dei batteri acetici limitando l’innalzamento di acidità volatile, soprattutto in fase di affinamento e con ridotta SO2 in forma molecolare.